Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
12 Dicembre 2023
Nuove modifiche in vista per i fringe benefit nella Legge di Bilancio 2024

Il disegno di legge di Bilancio 2024 attualmente in discussione nelle aule parlamentari prevede alcune modifiche riguardo alla normativa che regolamenta i fringe benefit, ossia le somme erogate ai lavoratori dipendenti che sono esenti sia da contribuzione che da trattenute fiscali.
La Legge 197/2022, Legge di Bilancio 2023, ampliata dal Decreto Lavoro nello scorso mese di maggio ha portato, per i soli lavoratori con figli a carico, a 3.000 euro i 258,23 euro di limite entro il quale è possibile riconoscere beni e servizi esenti.

La normativa attualmente al vaglio del Parlamento prevede un ampliamento della soglia di fringe benefit esenti per tutti i lavoratori, dai 258,23 euro previsti nel 2023 a 1.000 euro.   Viene ritoccato al ribasso anche il limite di esenzione previsto per i lavoratori con figli a carico che passerebbe, dall’attuale soglia fissata a 3.000 euro, a nuovo limite di 2.000 euro per ciascun periodo d’imposta. Si ricorda che non concorrono a formare il reddito, il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati ai lavoratori dipendenti, nonché le somme erogate o rimborsate ai medesimi lavoratori dai datori di lavoro per il pagamento delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell'energia elettrica e del gas naturale, delle spese per l’affitto della prima casa ovvero per gli interessi sul mutuo relativo alla prima casa”. La proposta del Governo è di una misura di tipo strutturale. Attendiamo la conclusione dell’iter parlamentare.